Call: 3933865235 | Email: info@dna7akashico.it

Divenire consapevoli di chi si e' e della Coscienza del Se'

Ma io chi sono?


Ma io chi sono?

Spesso quando diciamo “io” non sappiamo di chi stiamo parlando. 

Allora chi sono io?

 

Devi prendere atto e ricordare chi sei e dove sei.

Molti moltissimi la maggior parte di voi non è presente a sé stesso.

E questo significa che per molta parte del tempo siete altrove spesso nella dimensione del sonno che non è solo quella fisiologica, ma siete proiettati in una dimensione che non è la vostra.

Ed è grave in questo tempo, molto grave.

Perché’ in vostra assenza altri, pensano ed agiscono per voi!

Per questa ragione è estremamente importante che tu ricordi a te stesso, chi sei e dove sei, ripetutamente nell’arco della giornata.

Non deve diventare a sua volta un pensiero ossessivo. Ugualmente pero’ di tanto in tanto soffermati e ricorda a te stesso chi sta svolgendo quella azione.

Domanda: Aiutami a comprendere meglio chi sono.. sapendo di essere anima, spirito quindi “Io chi sono”?

Quando tu dici “IO”  a chi ti riferisci?

Il punto sta li.

Tu puoi dire “IO”  e riferirti all’anima, che sei.

O puoi dire “IO” e riferiti al terapeuta che vorresti essere.

O puoi dire “IO”  riferito alle caratteristiche che ti individuano in questa tua incarnazione.

Sei tu che devi scegliere, chi e’ l’“IO”  di cui parli.

Per molte moltissime persone “IO”  sono le caratteristiche personali.

Per molti altri “IO”  e’ il ruolo.

Per pochi “IO” e’ un anima.

Domanda: noi non conosciamo l’anima…la visione distorta di cio’ che e’ un anima.

Tu puoi fare esperienza. SCEGLI DI FARE QUELLO!

Se ti focalizzi sull’anima tu dai spazio a quella parte e ne fai esperienza.

Domanda: Ma c’è un modo di parlare, dialogare con l’anima.

Certo che si.

Non puoi tu dialogare devi iniziare con l’ascoltare.

Domanda: Il senso era quello. Iniziare ad ascoltare la mia anima ricevere i sui messaggi.

Ne hai in continuazione.

Il punto è che l’anima è presente sempre nell’essere meno evoluto come in quello più evoluto.

Ma l’anima è sensiente e sa, quando il suo messaggio può essere recepito, e quando invece l’essere è impegnato a costruire le basi della propria esistenza.

Quelle basi sono necessarie anche all’anima, come veicolo di espressione.

E fino ad un certo punto, quelle basi non sono sufficientemente solide, sia perché  l’individuo possa volgere il suo sguardo ad aspetti meno materiali, sia perché’ l’anima se ne possa servire.

Così essa è presente ma non in modo così forte così percepibile così dichiarato palese.

Quando invece quelle basi sono sufficienti allora l’anima inizia a dare messaggi, indicazioni che spesso confliggono con i dettami della cultura di cui siete parte, o con la vostra razionalità.

Qualche volta non li sentite proprio perché siete completamente proiettati nella dimensione orizzontale.

Perciò’ per sentirli devi prestare attenzione e devi chiederle PARLAMI!

Non pensare porle domande come quando ti connetti con noi, non riceveresti quel tipo di risposte, ma puoi chiederle parlami fammi capire.

Domanda: IO sono in grado di fare questo?

Si. Devi imparare ad ascoltare.

Ma tu hai già avuto momenti in cui ti è stato chiaro che quell’indicazione quel messaggio anche alcuni decisi, non provenivano dalla tua mente,.

Il punto è che ognuno di voi riesce a sentire quella voce solo quando è disperato.

Allora cadono le resistenze allora pregate allora sentite.

Ma un’istante dopo avete già dimenticato.

L.B.

Have any Question or Comment?

One comment on “Ma io chi sono?

Daniele

Grazie

Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *