Call: 3933865235 | Email: info@dna7akashico.it

Divenire consapevoli di chi si e' e della Coscienza del Se'

Le Magie. Cosa capire, cosa sono e perché’ esistono.


Le Magie. Cosa capire, cosa sono e perché’ esistono.

Channeling con i Maestri dei miei Registri Akashici.

DOMANDE:

  1. Le magie si attestano sulla colonna vertebrale per impedire Allo Spirito di svolgere la sua funzione?
  2. Oppure si attestano solo sui Registri Akashici?
  3. Ma se così fosse, se voi siete i Maestri dei Registri Akashici, come è possibile che vi si possano inserire?

RISPOSTA:

Sono domande lecite, perché’ utili al tuo percorso.

Quando viene effettuata una magia, l’azione che compie colui che la spedisce e’ indirizzata ad una eventuale reazione del corpo di chi la riceve…

Questa reazione può essere..

  • Non vedere

  • Non sentire

  • Cambiare vista

  • Cambiare opinione

  • Modificare il proprio stato

  • Perdere energia

 

E quindi queste energie sono definibili come dei Sigilli che vengono applicati all’interno dell’insieme della persona umana, quindi sull’aura, sul corpo fisico in direzione dei chakra corrispondenti, e quindi SI IN PARTE ANCHE DOVE LO SPIRITO ASSOLVE ALLA SUA FUNZIONE, IL SUO ASCOLTO.           

Parte di questi però, e quindi dipende da chi li spedisce, possono arrivare anche direttamente sul REGISTRO.

In questo caso modificano solo piccole parti poiché’ noi NON consentiamo una modifica delle informazioni della persona, ma non possiamo limitare ciò che eventualmente è L’ESPERIENZA della persona.

Dovresti cercare di vedere la cosa da un altro punto di vista.

Nel momento in cui una persona riceve una magia, e per magia intendiamo tutto il mondo che e’ nascosto e che deriva quindi dalle energie dell’altra qualità, c’è un perché’.

Questo perché è più elevato del nostro potere poiché’ ha una ragione di esistere a prescindere che esistiamo noi o meno.

Nel momento in cui questa magia deriva da un bisogno di quell’anima di vivere quella esperienza e’ chiaro che allora questa si può attestare su tutte le parti che hanno a che fare con quell’anima.

Quindi non e’ che noi non facciamo il nostro dovere, anzi consentendo ciò facciamo il nostro dovere.

Quindi, il bisogno che hai tu di comprendere, parte da un punto errato.

Il punto giusto di visione e’ questa:

Perche’ questa anima ha bisogno di vivere questa esperienza?

Allora come questa esperienza arriva a questa anima perde ogni significato.

Ma invece il significato assume un contorno più delineato e più luminoso comprendendo il perché’.

Spesso questa anima ha bisogno di vivere dei conflitti e questi conflitti hanno il bisogno di essere portati ad un livello di esasperazione perché’ essi siano interperetabili, non come un doloretto quando si cammina, ma come un blocco che ti mette ko.

Ed e’ li che cominci a pensare.

E non e’ detto che il tuo pensiero vada nella direzione giusta, ma metterai in moto dei meccanismi che potranno o aumentare quel problema o cercare di diminuirlo.

Questo e’ lo spostamento dal punto di osservazione, ma e’ lo spostamento dal punto di azione della persona che lo riceve.

Quindi quando non c’è la malignità, cioè quando non sono le energie dell’Altra Qualità in Prima azione, ma e’ derivato da una persona umana, quindi da un anima ed uno spirito, questo agire è sempre in funzione del benessere della persona che lo riceve, anche se in quel momento fisicamente ed emozionalmente ne soffre tutte le conseguenze.

Ma è dato per amore di quella persona, non per sofferenza.

Diverso sarebbe  andare da quella persona e spiegarne il motivo .

Primo non lo capirebbe perché’ non è il suo momento di comprenderlo, secondo lo contrasterebbe e darebbe quindi la colpa ad altri.

E’ difficile poter far capire ad una persona la propria responsabilità di cio’ che si e’ vissuto e di cio’ che si vive in questa vita.

Ma l’unica maniera per poterla portare ad un punto di vista diverso e’ la sofferenza.

Purtroppo non ce ne sono altre.

Poiché’ la trasformazione deve derivare dall’interno di quella persona.

Ripeto se noi spiegassimo tutto e faremmo semplicemente azione di consapevolezza totale, verrebbe a mancare il processo evolutivo

Si arriverebbe ad un punto in cui nessuno ha più bisogno di evolvere e questo significherebbe il termine di tutto ciò che conosci e che tu vedi.

E questo soltanto DIO, inteso dio come entità’ luminosa potrà decidere se e quando eventualmente portare a compimento questa azione.

Sinché DIO  inteso come entità luminosa, non ha portato a compimento il suo “modus operandi” e il suo “punto di osservazione di ciò che ha creato”, le cose hanno delle leggi e le leggi obbligano a questo.

Il resto è semplicemente una induzione temporanea gestibile nel momento in cui io comprendo che all’interno di me vi sono quelle energie che sono perfettamente compatibili a cio’ che mi viene inviato.

Spesso le persone mascherano se stessi a se stessi, e presumono che se eventualmente fanno a zioni di bontà verso altri loro sono buoni.

Quando in realtà il 90 % delle persone fa azioni di bontà verso altri, o per farsi vedere, o per indorare la propria pillola, o per falsare il proprio stato di sensazione di se stesso, poiché’ ricusa tutto quello che conosce e che eventualmente evita di conoscere e lo giudica come sbagliato come peccaminoso, come inutile, come contrario come contrastante, in base alle credenze in base alle convinzioni e in base a ciò che si porta indietro dalle vite pregresse.

Se quella persona fa azioni di bene col cuore, e perché è in quello stato, non potrà in nessun modo vivere quelle esperienze energetiche che possono portare a sofferenze anche estreme.

Penso che questo possa essere sufficiente alla tua consapevolezza e alla tua comprensione

Da qui parti in avanti con un nuovo punto di osservazione e di visione.

Casomai il problema sarà … come faccio a conoscere quale’ la motivazione che spinge a vivere queste emozioni e situazioni?

Questo è sempre il punto di partenza alla soluzione

Se non si parte da questo punto non vi è soluzione per alcuno.

 

Spero che questa connessione sia di aiuto per alcune anime.

Sergio.

 

 

 

 

 

 

 

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *