Call: 3933865235 | Email: info@dna7akashico.it

Divenire consapevoli di chi si e' e della Coscienza del Se'

Non finirai mai di incarnarti sulla terra, a meno che…


Non finirai mai di incarnarti sulla terra, a meno che…

Tu conosca la causa del Karma.

Gia’ ma cosa e’ il Karma?

E che importanza ha nelle tue prossime incarnazioni?

Occorre capire il suo funzionamento, e per farlo occorre….

Occorre fare un piccolo passo indietro.

Connessione  del 19/06/2018

“Voi state ricevendo forze che vi sono sconosciute ancora il cui influsso e’ attivo da poco tempo

Sono forze che già in passato hanno pervaso la terra e i suoi abitanti

Tutte le volte che questo pianeta e la vita che ospita erano in fase di grande cambiamento.

Queste forze stimolano il desiderio di cambiare di lasciare cose vecchie modi, e anche relazioni.

Potete sentire perciò una sorta di euforia e la sensazione di qualcosa di dovere fare senza che vi sia la chiarezza di cosa e come farlo”

e poi a seguire:

Connessione del 05/09/2019

“Questo è un tempo molto importante.

In cui puoi sentirti fortemente stressato, imbottigliato in un certo senso e senza vie di uscita.

Non hai motivo di arrenderti a tali sensazioni se non per prendere atto che esistono e dolcemente dissolverle.

In verità tale pressione non è solo su di te ma sull’intera umanità

La vostra terra è attraversata da onde di energia purificante

Che vi attraversa singolarmente e vi attraversa come insieme in cui il pianeta è incluso.

Questa la ragione dei molto disastri naturali di cui vi attribuite la colpa ed è bene, perché questo spinge molti a riflettere ed a cambiare atteggiamento, ma in realtà, fermo restando la vostra responsabilità , non siete voi la causa degli eccessi

  • Occorre guardare alla terra come spirito
  • Occorre guardare al sole come spirito
  • Occorre guardare al vostro sistema solare come una struttura spirituale

Per cui non siete altro che piccoli esseri.

Procedete in ordine sparso, chiuso ciascuno nel proprio egoismo.

E proprio perciò non avete dominio sul vostro potere.

Per questa ragione, anche volendo, non sareste in grado di produrre catastrofi.

Voi fornite semplicemente lo stimolo, l’occasione, perché essi avvengano.

E sono, in verità, movimenti della terra e di altri corpi celesti, attraverso i quali vengono espulsi residui ormai inutili o dannosi.

La stessa onda attraversa ognuno di voi, e allo tesso modo vi induce ad espellere ciò che non è più utile o che è tossico, in termini di pensieri, di attività’ di abitudini di relazioni.”

 

E poi ancora. 19 giugno 2018

 “Niente esistenza niente dissoluzione.

DOMANDA: L’esistere che tu dici in questo caso e’ la mia manifestazione della mia intera entità energetica come spazio occupato da me.?

E come qualità.

Esistere e’: IO SONO E STO QUI.

DOMANDA: Quindi possono esistere delle anime che non si dissolvono perché’ non hanno raggiunto la manifestazione dell’IO SONO in questa terra?

Possono esistere ma non è un assunto generalizzabile.

Poiché’ sempre determinato dagli stati di coscienza.

La maggior parte dell’umanità non sa di essere e dunque certo non si dissolve

Ma è ad uno stadio differente.

La consapevolezza di sé è determinante lo stadio.

E naturalmente questo non significa che qualcosa sia giusto e qualcosa sbagliato ma diverso.

Non possono essere applicati gli stessi criteri ad ognuno-.

DOMANDA: per comprendere anche questa parte … di queste anime che restano sulla terra..

Non sulla terra! Non restano sulla terra ma in una sospensione, non più sulla terra almeno dopo aver lasciato il corpo fisico, ma nemmeno sul piano spirituale per mancanza di coscienza di  Se’..***

Allora soffrono?

Si alcune, ma non tutte.

Per molte e’ l’incoscienza che non produce grande sofferenza.

E’ incoscienza come una anestesia che consente loro di stare, di riprendere energia, necessaria per intraprendere una nuova incarnazione ma senza sapere.”

 E ancora:

 Connessione di Febbraio 2018

“Domanda: Aiutami a comprendere meglio chi sono.. sapendo di essere anima, spirito quindi “Io chi sono”?

Quando tu dici “IO”  a chi ti riferisci?

Il punto sta li.

  • Tu puoi dire “IO”  e riferirti all’anima che sei.
  • O puoi dire “IO” e riferiti al terapeuta che vorresti essere.
  • O puoi dire “IO”  riferito alle caratteristiche che ti individuano in questa tua incarnazione.

Sei tu che devi scegliere, chi e’ l’“IO”  di cui parli.

  • Per molte moltissime persone “IO”  sono le caratteristiche personali.
  • Per molti altri “IO”  e’ il ruolo.
  • Per pochi “IO” e’ un anima.”

e ancora:

Connessione

Domanda: Ma come mai è così difficile ogni incarnazione.

Non è difficile l’incarnazione.

  • E’ difficile realizzare il SE’.
  • L’Uno.
  • La coscienza dell’Uno.

E’ difficile perché siete sul pianeta Terra governato dalla polarità

Sarà molto più facile per i vostri discendenti, quelli che abiteranno il pianeta dopo l’inversione di polarità.

Domanda: Che avvera? Fra quanti millenni?

E’ molto più vicino di quanto tu creda?

Domanda: Ma non toccherà la mia incarnazione!

Potrebbe essere.

Domanda: E questa inversione di polarità quindi renderebbe più fluido sentirsi uno?

Si.

Domanda: Di per sé le persone comincerebbero a sentire e..

Alcuni impazziranno.

Domanda: Ma quando dici sentirsi UNO significa essere UNO?

Realizzare il SE’ che materia e spirito sono la stessa cosa.

Realizzare il SE’ che tu e l’altro siete la stessa cosa.

Che il mondo che vi circonda gli altri regni di natura sono la stessa cosa.

Tu pensa a tutto ciò che l’umanità ha fatto per secoli ai propri simili al pianeta e questo è ciò che ha fatto a se stessa.

Voi avete avuto del tempo, ancora non siete ancora del tutto consapevoli e pronti, ma avete avuto del tempo per imparare almeno un poco a perdonare e perdonarvi, a dare più spazio alla comprensione che alla condanna ma chi non ha usato questa possibilità quando si troverà faccia a faccia con la realtà di ciò che è stato e con le conseguenze del proprio agire come pensi che potrà stare?

Perché’ a quel momento si renderà conto di ciò che ha fatto senza filtri e senza limiti.

Capisci ciò che dico?

Ora vai in pace.

 

Eccoci quindi alla spiegazione del Karma.

Esiste a causa della nostra non consapevolezza…

***…PER MANCANZA DI COSCIENZA DEL SE’.

E’ come se fosse un AUTOMATISMO.

Non sei consapevole ? Hai Giudicato? Ti sei Giudicato? Non hai compreso il Perdono? Hai voluto Vendetta? Hai voluto usare il tuo Potere sugli altri? 

Bene torni ad incarnarti senza passare per i Piani Spirituali.

Gia’ tutto e’ qui, in questa piccola frase..

Mancanza di Coscienza del Se’.

E senza questa coscienza del se’, niente dissoluzione, cioè’ non e’ possibile andare nei Piani Spirituali.

Cioe’ non ci e’ consentito andare in Nessun Piano Spirituale.

E quindi?

E quindi, non si ha la possibilità di scegliere il tipo di incarnazione da fare dopo.

Si e’ OBBLIGATI. MANDATI. INVIATI senza che noi abbiamo la minima possibilità di dire .. no!

Questo e’ il Karma.

Una ruota infinita A CAUSA DELLA NOSTRA INCONSAPEVOLEZZA

Ci facciamo nascere, vivere e poi morire e sempre con le stesse situazioni, e sempre con le stesse problematiche e sempre con le stesse circostanze.

Come un Criceto in Trappola.

E perché’?

Perché’ non abbiamo ancora capito che l’altro sono io.

Che tutto quello che vediamo e’ fatto dallo “Spirito” perché possa vivere altre esperienze fisiche al di la’ dell’energia.

Ecco che tutto e’ dello SPIRITO.

Casa, auto, flora fauna ecc.

Tutto generato dallo Spirito per far vivere allo spirito l’esperienza dell’incarnazione (per chi sceglie il pianeta Terra) e altre manifestazioni su altri pianeti e galassie.

Ma tutto e’ Spirito.!

Quindi l’altro non esiste.

  • Perché’ tutto cio che io vedo sono io e serve a me come esperienza di coscienza .
  • Perché’ tutto cio’ che tocco sono io
  • Perché’ tutto cio’ che esiste sono io
  • Perché’ finche’ non mi perdono sono io il colpevole
  • Perché’ se non ti perdono sono io il colpevole
  • Perché’ se amo te piu’ di me sono io il colpevole
  • ecc.

Eccetera eccetera.

E quindi niente consapevolezza, niente dissoluzione, niente Piano Spirituale, dove invece da li io potrei scegliere la mia prossima incarnazione.

Gia’, come sempre ho  detto, e come ho sempre scritto.

Cinema olografico, scelta del tipo di vita, scelta del tipo di amore da vivere ecc.

Ma sarebbe la MIA scelta, fatta da me, fatta e ragionata per portare armonia in un pregresso, o per sanare alcune lacune, ma scelta da me.

Se invece non raggiungo quindi la coscienza dell’UNO, e quindi del SE’,….ci penserà’ il karma..

il Karma penserà invece a tutto.

E il ciclo delle incarnazioni sara’ infinito finché’ qualcuno ti aiuterà’ a capire che sei UNO.

E forse, da quel punto, inizierà’ il tuo cambiamento verso il piano Spirituale.

E il Karma continuerà’ ad esistere, ma senza te.

Sergio.

 

 

 

 

 

 

 

Have any Question or Comment?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *