Call: 3933865235 | Email: info@dna7akashico.it

Divenire consapevoli di chi si e' e della Coscienza del Se'

Karma, spiegazione.


Karma, spiegazione.

Ma cosa e’ il Karma

Esiste?

E se esiste cosa e’, come funziona?

Basta andare in internet e digitare Karma, si aprono mondi con qualsiasi spiegazione

Vediamo allora cosa si puo’ capire e perché’ esiste questa “spada di Damocle”.

Intanto cosa non e’:

1 non e’ una azione che abbiamo fatto ad altri

2 non e’ una scelta sbagliata

3 non e’ la convivenza con tizio o caio

4 non e’ il mio comportamento definibile egoistico.

quindi non riguarda me e l’esterno di me

Riguarda solo Me ed il comportamento Verso di Me.

Ricordiamoci che essendo TUTTO UNO…

…cio’ che non fai a te stesso, lo neghi agli altri,

…cio’ che fai a te stesso lo fai agli altri,

ma anche cio’ che fai agli altri lo fai a te stesso

…cio’ che non fai agli altri lo neghi a te stesso.

Come vedi esisti solo tu.

In un altro articolo ho gia’ dato spiegazioni al riguardo ma se sono state prese in quel contesto, possono essere state fraintese ed allora andiamo a spiegare.

… Quindi è vero che l’Anima gestisce le Energie, è vero che l’Anima gestisce lo scombussolamento interiore e la sofferenza interiore, ma la malattia è generata da uno scompenso tra lo Spirito*** ed il Corpo.

Quindi il fautore dello star bene è lo Spirito, il fautore dello star male è sempre lo Spirito.

***E’ logico che lo Spirito non e’ lo “Spirito Santo” che viene descritto dalla chiesa.

Questo significato “SPIRITO” e’ profondo poiché rappresenta l’energia Divina che ha generato tutto il conosciuto per fare la SUA esperienza che altri definiscono come CHI,PRANA, KI, ENERGIA VITALE ecc.

Quindi lo Spirito e’ l’energia vitale che si irradia e consente tutte le forme di manifestazione della vita inerte e non, ed e’ pura energia, cioè atomo elettrone, protone particelle subatomiche ecc.

Come sei fatto tu, sono fatto io e l’intero universo, e noi siamo la rappresentazione dell’energia dello “spirito” condensata.***

Quindi appurato che ogni conflitto interiore genera uno scompenso energetico che poi si puo’ tramutare in malattia, andiamo a capire meglio come si instaura dentro di noi.

I conflitti cosa sono?

Sono situazioni che abbiamo vissuto (volontariamente con l’anima) involontariamente (con la mente) e che hanno generato piccoli o grandi traumi in noi.

Essi sono sempre e solo connessi all’amore per noi stessi.

Essi sono l’amore per noi stessi.

Qui’ qualcuno potrebbe obiettare… e dire… ma a me non torna perché chi mi ha fatto del male me lo ha fatto economicamente, mi ha tradito la fiducia che riponevo in lui/lei, mi ha derubata, mi ha licenziata, ecc. ecc.

Bene, tutti i conflitti descritti sono connessi al nostro amore per noi stessi.

Spesso, purtroppo si guarda solo il punto di arrivo, di MANIFESTAZIONE del problema e non si guarda attentamente i mille segnali che abbiamo ricevuto anni o mesi prima.

E ci si ferma all’accaduto.

Se andiamo indietro nel tempo vediamo allora come se delle maglie di una lunga catena prendono forma e ci indicano, … e ci dicono…. vedi che quando avevi x anni ti era gia’ accaduta una cosa simile, o con il risultato identico ma in situazione diversa…

Gia’ avevi sperimentato qualcosa di simile, ma eri piu’ bambina/o e non avevi compreso o per paura, o per vergogna, o per …. non avevi compreso e capito il segnale.

E quindi, ecco oggi che e’ accaduto questo evento ancora piu’ grande…

Ma questo evento e’ proprio li per farci capire cosa vogliamo da noi stessi.

Cosa siamo disposti a fare per noi stessi.

Quanto siamo disposti a perdere come identità pur di raggiungere uno scopo, o pur di non farci sentire inadeguati o non alla’altezza o non preparati.

Ed ecco i segnali del corpo che arrivano.

Acidita’, stress, fegato, e se vissute da bambini, ecco le malattie croniche, come il diabete l’asma ecc.

Fino ai livelli di sviluppare un tumore, un cancro .

Il Tumore, esattamente cio’ che ha vissuto il famoso dottore nel film Nosso Lar, che al termine della sua vita si ritrova in un luogo/non luogo, ove stazionerà per molti anni, finché il suo ego ammansito gli consentirà di CHIEDERE AIUTO.

Che e’ esattamente quel luogo gia’ descritto in questo articolo: https://www.dna7akashico.it/niente-esistenza-niente-dissoluzione/

Non sulla terra ma in una sospensione…

…non più sulla terra almeno dopo aver lasciato il corpo fisico

…ma nemmeno sul piano spirituale…

…per mancanza di coscienza del Se’.

Esattamente, la mancanza di consapevolezza di chi si e’ genera conseguenze incredibili.

E’ un aspetto molto difficile da comprendere e quindi e’ “normale” che a molti non interessa e non interessera’.

Ma se ci riflettete un attimo, capirete o inizierete anche voi a sentire una vocina interiore che vi spinge a ricercare la causa del vostro mal-essere.

Quindi tornando al KARMA, ogni azione che non e’ capita, ogni situazione ove la rabbia, il giudizio prendono il sopravvento, ove il vostro ego la fa da padrone, voi state generando il vostro Karma.

Il vostro Karma in realta’ non lo potete gestire direttamente una volta lasciato questo corpo.

Vi saranno dei REGISTI, che agiranno per voi, e sempre per voi sceglieranno la vostra prossima incarnazione.

Ma non sarete voi a scegliere cosa vivere e dove vivere e con chi vivere.

Altri hanno questo compito.

Un buon libro per capire e’ ” Molte Vite Molti Maestri” di Brian Weiss.

In definitiva, vi riporto ad una frase di un altro link:  https://www.dna7akashico.it/ma-come-mai-e-cosi-difficile-ogni-incarnazione/

Domanda: Ma quando dici sentirsi UNO significa essere e sentirsi UNO?

Realizzare il SE che materia e spirito sono la stessa cosa.

Realizzare il SE che tu e l’altro siete la stessa cosa.

Che il mondo che vi circonda, gli altri Regni di natura sono la stessa cosa.

Tu pensa a tutto ciò che l’umanità ha fatto per secoli ai propri simili al pianeta e…

questo è ciò che ha fatto a SE STESSA!

Voi avete avuto del tempo.

Ancora non siete ancora del tutto consapevoli e pronti, ma avete avuto del tempo per imparare almeno un poco a perdonare e perdonarvi, a dare più spazio alla comprensione che alla condanna, ma chi non ha usato questa possibilità quando si troverà faccia a faccia con la realtà di ciò che è stato e con le conseguenze del proprio agire come pensi che potrà stare?

Gia’ … come voi pensate che potrete stare….

…quando senza alcun velo,

senza alcun scudo

senza alcuna possibilita’ di raccontarvi storie,

vedrete nella realta’ il vostro operato, vedrete come avete agito, vedrete come il vostro giudizio ha generato voragini nei vostri cuori, la vostra paura vi ha tenuti al palo, legati a terra, vincolati…

Cosa potete fare allora per riportare in armonia il vostro Karma?

Iniziare a volersi bene e’ la prima vera azione.

Perche se una persona non si ama profondamente, come puo’ amare un altra persona?

Come puo’ dire di poter Amare?

Come puo’ amare un fiore?

Come puo’ amare la vita?

Certo qualcuno puo’ dire, io ho amato e sono stata tradita, quindi io posso amare me stesso/a.

Se ti e’ successo questo purtroppo non era amore.

Perche?

Perche quando si ama qualcosa o qualcuno ci dispiace solo che quella cosa o persona possa soffrire, non se quella cosa o persona fa altro.

Vedete tutte le punte dell’ICEBERG delle vittime dell’amore, i femminicidi:

Se quelle persone le avessero veramente amate come potevano poi ucciderle?

Quello purtroppo e’ dipendenza, possesso, ecc.

Mai puo’ essere amore.

E quando lo capiranno, sapranno del male che hanno fatto a SE STESSI.

Perche’ saranno poi LORO STESSI a ripagarne il prezzo attraverso il KARMA.

Buona lettura.

ObyWan

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Tutti gli Articoli