Call: 3933865235 | Email: info@dna7akashico.it

Divenire consapevoli di chi si e' e della Coscienza del Se'

Risoluzione dei Traumi


Risoluzione dei Traumi

In basso la spiegazione di come risolvere i traumi vissuti

Tutti noi abbiamo ricordi o fasi in cui abbiamo generato situazioni che poi ci hanno portato a dire… se tornassi indietro… non lo farei piu’.

Spesso essi affiorano da soli o se stimolati da visoni o da altre informazioni.

Domanda: Allora come possiamo trasformali perche’ non si ripresentino piu’?

 

Risposta: Il beneficio c’è nel momento in cui ILLUMINI le tue zona d’ombra.

Voi siete soggetti e condizionati non solo dalle paure, ma anche dal giudizio, che vi spinge a dividere anche voi stessi in parti buone o cattive giuste o ingiuste.

Ambite ad una perfezione statica, irrealizzabile.

Razionalmente vi è chiaro, intimamente continuate a perseguirlo e vi perdete.

Quando tu vedi aspetti d’ombra, sia che riguardino il tuo carattere, sia che riguardino eventi, o aspetti ancora non espressi devi ricordare a te stesso che non sono mai aspetti negativi, ma sono semplicemente aspetti sui quali ancora non è stata portata luce.

Nel portare luce, li vedi.

Se ti fermi al giudizio tenderai a nasconderli nuovamente, magari mascherandoli, in modo diverso che in precedenza.

Se ti limiti ad illuminarli essi esprimeranno la loro qualità.

E’ come se tu ti trovassi a pulire la tua casa, trascurata da un po’, e andassi a scovare angoli in cui, polvere si è accumulata.

Puoi sentirti indegno per questo o puoi sentirti soddisfatto perché stai pulendo.

Come ti senti, cambia completamente le cose.

Domanda: quindi tutto quello che a me porta sofferenza del mio passato, si puo’ risolvere solo se lo accolgo, lo accetto e lo vedo per quello che e’….

E lo illumini.

Perché’ al di là di quello che ti ha prodotto, in termini di sofferenza per esempio, al di là di come potrebbe essere giudicato da chiunque tra voi compreso te, è qualcosa che è parte della tua storia e del tuo cammino e che ha avuto utilità in quel cammino. Ha prodotto degli effetti. Se ti fermi al giudizio non vedi gli effetti. Provi dolore o vergogna o paura e ricopri nuovamente comprendi?

Si. In buona parte.

La tua sofferenza non è dettata dai fatti o dalle relazioni

Esse sono il prodotto, come in una catena.

E quel prodotto a sua volta può generare una sofferenza, che però non è dovuta a quei fatti, è antecedente.

Quei fatti sono la manifestazione di ciò che c’era prima.

Quella sofferenza preesistente si materializza nei fatti che risvegliano, ti fanno rendere conto, proprio della sofferenza.

Se illumini quella parte allora essa può trasformarsi, come quando punti la lanterna in un angolo buio e scopri l’armonia di quell’angolo.

Ma se la temi o te ne vergogni o tendi a coprirla, essa ristagnerà e produrrà nuovamente altri eventi di simile portata.

Essi hanno la funzione di indurti, presto o tardi, a guardare ad accettare a perdonare a procedere.

L.B.

Questa connessione consente di comprendere quanto la nostra mente condiziona (in tutti gli aspetti della nostra vita’ scelte future comprese) la visione di me stessa ora.

Fare una lista di eventi accaduti ci puo’ essere utile.

Tornare con la mente a cio’ che abbiamo subito da altri, o generato verso altri, e verificare quanto dolore ci causano, e’ un ottimo metodo.

Come fare allora?

Io vi offro il mio metodo.

ESEMPIO:

Prendete un quaderno.

Nella pagina di sinistra fate una riga al centro della pagina che va a dividere la pagina a meta’ dall’alto verso il basso e lasciate la pagina di destra libera.

Nella pagina di sinistra nella riga a lato sinistro descrivete un evento doloroso, al di la’ della riga inserite cosa e’ accaduto, nella pagina a fianco descrivette come vi siete sentiti internamente e che tipo di emozioni avete vissuto e che tutt’ora si manifestano

Continuate a descrivere cosa vi viene alla mente nei giorni successivi

Per un arco di una settimana o piu’ tenete a portata di mano il quaderno e scrivete cosa vi viene in mente poco a poco.

Aiutatevi a ricercare gli eventi (alcuni li avete talmente sepolti che probabilmente sara’ difficile che emergano immediatamente), e per aiutarvi prima di andare a dormire con mente calma, chiedete che al risveglio vi arrivino le informazioni richieste.

Alla fine avrete descritto diverse situazioni, eventi, dolorosi e che vi causano emozioni ed avrete quindi un quaderno che sara’ grosso modo cosi’:

Quando avete con una certa sicurezza descritto tutti gli eventi dolorosi, iniziate dal primo che avete descritto.

Ma prima di farlo avete dato un valore da 1 a 10 come dolore che ancora vivete solo al ricordo?
No/Si?

Quanto soffri a ricordarli?
Datelo adesso. Valore dolore 9
Ok

Ora rivivi l’evento!

Quindi entra dentro l’evento, e inizia a ricordare

  • Come eri vestita
  • Cosa è successo
  • Cosa ti hanno detto

Quando hai ricordato finisci..

Stacca un minuto..

Respira profondamente.

Ascoltati dentro, con calma…

Poi riprendi l’evento!

Guardalo con più attenzione

  1. Dove eri?
  2. Come era vestita?+
  3. Chi c’era con te nel banco?
  4. Che vestiti avevi?
  5. C’era il maestro o la maestra?
  6. Come era l’aula?
  7. Finito?
  8. Ok!
    Ri-aspetta un minuto

Riprendi e  torna all’evento

  1. Le mattonelle che colore erano?
  2. Le tue scarpe!?
  3. Come ti sei sentita prima di fare pipi
  4. Cosa hai provato dopo
  5. Che reazione hai avuto???
  6. Ecc ecc

 

Finita anche questa.

Aspetti un minuto

E la rifai

La rifai almeno 7 volte

Ma non terminare prima di aver ricordato tutto anche il più piccolo particolare!!!!

A COSA SERVONO I PARTICOLARI?

I particolari servono alla tua Mente (fotografica che riporta sotto forma energetica ogni “slide”, ogni “foto” ogni “frame” di quell’evento) per rivederlo e modificarlo da TRAUMATIZZANTE A NEUTRO O PERSINO POSITIVO.

Quindi ogni volta che lo rivedi sforzati di aggiungere particolari in piu’, arricchiscilo, completalo.

Quando lo hai aggiornato lo hai trasformato.

Quando sai con certezza che lo hai completamente TRASFORMATO?
Quando riportando laggiu’ il tuo pensiero ti metti a ridere…

Perché ADESSO vedi quella bambina (che in realtà soffriva) ma che oggi SEI TU e TU avresti oggi reagito diversamente

E ora dai un valore da 0 a 10
Se è ZERO ottima trasformazione….
Ok
Risolto.

La tua coscienza ora ha preso questo evento (doloroso) e lo ha riportato nel presente trasformato.

La tua Mente adesso non e’ piu’ vincolata al suo passato.

NON HAI PIU’ QUEL PROGRAMMA DENTRO DI SE.

LO HAI AGGIORNATO DA TRAUMA A RICORDO.

RICORDO non piu’ con la sua energia devastante, non piu’ con la sua limitazione energetica.

Tu sei grande ora e mai avresti più quel tipo di reazione.

Ecco che quel trauma E’ SOLO UN RICORDO COME TANTI.

Da qui si parte per il secondo evento che ti eri ricordata
Ecc.

Con calma, con amore per se stessi, con la volonta’ di migliorarci possiamo veramente trasformare tutto il nostro carico odierno.

Naturalmente se aveste delle difficoltà sono raggiungibile sempre.

Posso guidarti passo passo fino alla risoluzione definitiva.

Sergio ObiWan.

Richiesta Servizi

Richiesta Servizi

Conferme obbligatorie. *
Print Friendly, PDF & Email

Tutti gli Articoli